Un momento di riflessione

Ieri sera ci siamo riuniti nella nostra sede per il consueto incontro settimanale di catechesi, di avvisi e notizie varie. Ma la catechesi è stata diversa, tanto da trasformare la mia serata in un momento di riflessione profondo e per certi versi doloroso. Abbiamo visto un video che comprendeva un documentario sullo sterminio degli ebrei e le immagini del pellegrinaggio unitalsiano nel campo di concentramento di Aushwitz. Io penso che nessuno di noi possa riuscire ad abituarsi a quelle immagini di squallida e crudele cattiveria nonostante i libri di storia, i giornali, la televisione e i numerosi racconti di vita vissuta ci hanno da sempre illustrato quel macabro capitolo della storia in cui degli innocenti sono stati brutalmente fatti fuori. Non mi soffermo sulle immagini o sulla storia in particolare che, per altro, tutti quanti conosciamo ma vorrei riflettere su quanto il male sia stato presente in passato negli uomini e di quanto tutt’ora continui a fare strage di vite. Far del male per divertimento, per sadismo, per eliminare il diverso, per umiliarlo, per sottometterlo, per strumentalizzarlo, per annientarlo è diventato un rituale che purtroppo tanti ragazzi, uomini o donne praticano. Io davvero non so esprimere a parole quello che ho provato guardando le immagini viste ieri e neanche so definire colui che ha progettato tale scempio e tutti coloro che condividevano e hanno concretizzato l’odio verso gli ebrei e non ho parole neanche quando sento al telegiornale sconcertanti notizie che letteralmente mi fanno rabbrividire…che qualuno ha dato fuoco a un barbone per divertirsi, o che qualcun’altro ha rinchiuso un disabile per settimane in un garage per poi violentarlo, o che quacun’altro ancora ha violentato in gruppo una ragazza…davvero non riesco a capire le cause di tanta violenza. Il demonio spesso e volentieri sembra avere la meglio sulla nostra società e questo sinceramente mi fa tanta tanta paura. Il nostro compito è quello di diffondere il linguaggio del bene…con la speranza che la nostra fede e le nostre preghiere bastino a migliorare il genere umano così tanto e troppo imperfetto. 

Un abbraccio a tutti. Valentina

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *