Quante emozioni!

Ringrazio tutti coloro che hanno letto il mio articolo e tutti quelli che hanno scritto un commento per le mie parole…GRAZIE! Ora però non bestemmiate se ci ho preso gusto e scrivo un altro articolo! Volevo raccontarvi solo una cosina…un episodio piccolo piccolo!

Giovedì scorso sono andata in sede per il solito incontro settimanale con i bambini…oltre a tutti i bambini che già conoscevo c’era una ragazza in carrozzina che non avevo mai visto. Dato che non avevamo cominciato a fare i lavoretti perchè i bambini non erano ancora arrivati tutti, mi sono seduta vicino a lei e abbiamo cominciato a parlare. Ci siamo presentate e poi ha cominciato a parlare di sè…mi ha detto che ha 18 anni e che va regolarmente a scuola, le piacciono le materie umanistiche e ha una passione speciale: la poesia. Mi ha raccontato che lei ne scrive tante e che con la poesia riesce a comunicare quello che di solito non riesce a dire, secondo lei “non è il poeta che sceglie di scrivere la poesia, ma è la poesia che sceglie il poeta”, è simile a una forza interiore che una volta sprigionata và da sè…inoltre mi ha detto che vuole andare all’università e iscriversi alla facoltà di psicologia. A quel punto, pur non avendo detto “A” ero rimasta senza fiato…che potevo dirle?? Che il mio cane ha più interessi di me? Che io a volte manco le capisco le poesie? Bè…le ho semplicemente detto che secondo me la capacità di scrivere poesie non si può creare dal nulla, ma è innata ed è affidata a persone con una spiccata sensibilità, per cui può essere considerata un dono e lei evidentemente l’aveva ricevuto…poi non sapevo più cosa dire perchè la sicurezza di quella ragazza era disarmante…e ho cercato di parlare di me…

Ieri sono ritornata in sede per fare i soliti lavoretti e la ragazza in carrozzina è arrivata dopo poco. Mi ha salutata con gioia e io ho ricambiato il saluto; mentre tutti quei bei bambini, con tanta allegria,  si imbrattavano con la colla io mi sono seduta vicino a lei per darle una mano. Sapete che mi ha detto? Testuali parole: ” Sai una cosa? Durante questa settimana ti ho pensata molto…” poi mi ha guardata, ha alzato la mano e mi ha fatto una carezza sul viso….ditemi quello che volete, ma in quel momento mi sono sciolta…quella carezza e quella frase mi hanno fatto correre un brivido lungo la schiena che non si può spiegare! Ma non è finita qui! Mentre chiacchieravamo io le stavo spiegando com’era l’università, che stavo preparando un esame di chimica e che in tutta sincerità non sapevo se mai in vita mia l’avrei superato e lei: “Daiiiiiiii non dire così!!! Non devi partire già sconfitta…provaci, sicuramente ce la farai!!” Vabè anche in quella occasione… che dovevo rispondere?! Io sono rimasta allibita e tutta questa bella favola mi ha fatto riflettere molto.

Un incontro, una semplice chiacchierata, ha allietato la settimana di qualcuno, vi sembra poco?! Da tutti c’è da imparare, tutti gli incontri sono utili e se ci si apre con gli altri questi incontri ci fanno crescere e migliorare. Il pensare che chi ha problemi seri e visibili riesca a sorridere alla vita, che faccia della speranza il centro della propria esistenza e che riesca a dare forza a chi problemi simili non ne ha…è semplicemente straordinario. D’altro canto fa parte di molti di noi, di me in prima persona, il non riuscire, in molti casi, ad essere come queste persone speciali.

Ci vediamo domani…un bacio a tutti! Valentina 

Un pensiero su “Quante emozioni!

  1. Condivido pienamente quello che ha scritto Valentina, e mi hanno colpito molto le sue parole.
    Io personalmente sono convinta che la “diversita” possa rappresentare una vera risorsa, una crescita formativa, e uno stimolo per tutti noi.
    Nella mia esperienza ho imparato molto da loro, mi hanno insegnato a cogliere l’essenzialità della vita, ad apprezzare la semplicità delle cose vere, ad essere meno triste x le futili banalità, ma soprattutto a conoscere e a condividere la loro “speciale normalità”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *