L’attesa è iniziata!

Anche l’11 Febbraio è trascorso. La nostra festa è stata celebrata. La data del Pellegrinaggio( quest’anno diocesano, sono previsti due treni e due aerei), è stata svelata al popolo tutto presente ieri sera alla celebrazione liturgica in onore della Madonna di Lourdes (“ACCORRETE GENTE, ACCORRETE IN MASSA AD ISCRIVERVI” ha esclamato a gran voce il ns. Vescovo). Tutto è filato nel migliore dei modi (vero???). Ora non ci resta che prepararci al meglio alla partenza, in attesa di poter salire su quel treno/aereo (per me treno sicuro) per raggiungere quel luogo fatato che è Lourdes…sorrido come un ebete nel ripensare a tutte le volte che sono partito per quella ridente cittadina ai piedi dei Pirenei e mi perdo un attimo nell’ album dei miei ricordi. Non so voi, ma io ho una voglia matta di immergermi nuovamente nella magia di Lourdes, di respirare ancora l’inebriante aria che circonda la grotta, di poter incrociare ancora con i miei occhi lo sguardo materno della “mia” Madonnina…sento già i rintocchi delle campane, mi sembra quasi di respirare il dolce profumo dei prati che circondano la grotta. Lourdes mi ricarica, mi ritempra dalle fatiche giornaliere di un anno intero. In merito a questo, ieri ascoltavo sulla Rai un pezzo di “A sua Immagine”, trasmissione domenicale a carattere religioso in onda prima e dopo la messa. Il tema, chiaro, era la “Giornata dell’ Ammalato” e la nostra festa ed in studio, tra i vari ospiti, era stata invitata una ragazza socia di una sottosezione dell’ U.n.i.t.a.l.s.i. (ribattezzata dopo lo striscione per il carnevale dei bambini U.I.T.A.L.S.I., hihihihi) di non ricordo quale paese (Calabria se non erro). Le sue parole, i sentimenti manifestati parlando di Lourdes erano identici ai miei, anche per lei Lourdes è fonte di “ricarica energetica”, ancora di salvezza in questo mare burrascoso che spesso è la nostra vita, spiraglio di luce nelle tenebre della solitudine. In lei mi sono rivisto, ho sorriso nel percepire quel filo conduttore che lega noi tutti unitalsiani quando parliamo di Lourdes…sorrido ancora…mi starò rincogl….???Beeeeeeeeepppp (censura!!!) Ok, concludo con un augurio, che voi tutti possiate partecipare a questo pellegrinaggio…Lourdes ci attende!!! Aspettaci Madonnina mia, aspettami… sorriso

7 pensieri su “L’attesa è iniziata!

  1. Hihihi…so chi sei zeromeno, tranqui!!! Cmq sta cosa del Magistero della Chiesa non lo sapevo, ottimo, si apprendono cose nuove grazie a questo sito. Grazie mille. Ora però mi sorge il dubbio, cosa dice la chiesa in merito??? Ti invito ad erudirmi sull’argomento. Forse il senso di colpa, che da cattolico provo verso questo “peccato” (uso le virgolette perchè io non lo considero tale ma in realtà come espressione dell’amore tra due persone che vivono la bellezza di questo sentimento) potrò svanire, visto che ogni qual volta ho provato a discutere di questo con dei sacerdoti non sono mai riuscito a capire na mazza. Ripropongo, come ha già fatto Luca…ops..zeroassoluto, di discutere dell’argomento, analizzandolo anche sotto l’aspetto della disabilità, di come la sessualità è vissuta dai nostri amici. Il commento è aperto, rispondete in massa. ANIMIAMO QUESTO SITO!!! Vi voglio bene!!!
    Desidero anche il parere del Presidente…Cosimino rispondi e non pensare troppo al lavoro, rischi di perdere tutti i capelli…ops ho toccato tasto dolente, hihihihi!!! (Tranquillo ti seguo a ruota, ci andiamo insieme da Cesare Ragazzi). Ciao a tutti.

  2. Roberto, sono contento che non “te ne sia andato in cascetta”!
    Sappi che questo spazio di discussione è paerto al genuino e schietto confronto, purchè tutti ci si metta in discussione.
    Ti ho preso in giro per l’errore di battitura e ti ho punzecchiato sul “vermicello” (inteso come verme nel cervello, malizioso che non sei altro) perchè ti voglio bene.
    trova anche tu un nickname simpatico (ma dicci che sei tu, mentre per identificare me basta che tu chieda a sottozero o a zeroassoluto)!
    Mi ero azzardato ad introdurre l’argomento SACRALITA’ DELLA VITA perchè lo ritenevo attinente con il tuo post su Lourdes e sui significati che al pellegrinaggio attribuiamo.
    P.S. comunque in merito all’argomento da te introdotto il Magistero della Chiesa non parla di omicidio.
    Ti abbraccio fraternamente

  3. Chiedo scusa per la “a” di troppo (faccio trentamila paginette per punizione), anche se l’invito è sempre quello…cmq credo che anche l’argomento da me rilanciato sia attinente a quello da te detto o cmq gli si avvicini, infatti secondo la Chiesa Cattolica, l’uso del profilattico (inteso come strumento anticoncezionale al pari di altri mezzi che hanno lo stesso scopo) nei rapporti di coppia, preclude la possibile nascita di una nuova vita causando perciò un “omicidio” al pari dell’eutanasia…vabbè, quello da me scritto era solo una riflessione al tuo commento che trovo anche io incisivo e utile a scuotere gli animi assopiti di molti di noi (per lo squadrone ci sto alla grande)…cmq niente vermicello, ho superato quella fase, anche se molte cose mi rodono parecchio e mi fanno stare male…ma questa è un altra storia!!!

  4. ciao robi,
    zeromeno grazie al tuo bellissimo articolo ha colto l’occasione per smuovere qualche coscienza in più, senza entrare in polemica con nessuno.
    queste provocazioni sul nostro cammino permettono di metterci in discussione sfuggendo così alla presunzione di essere sempre nel giusto, con giuste intenzioni e motivazioni.
    quanto all’arogomento che hai aperto io credo potremmo svilupparlo in un nuovo articolo in modo da non confondere le cose.
    Anch’io avrei tanto da dire sull’argomento “affettività – sessualità-religione”, senza falsi moralismi ma anche assumendomi tutte le responsabilità del mio “Credo” che non può ridursi a ciò che mi conviene.
    un abbraccio fraterno a robi e zeromeno.

  5. a cui invito a firmarsi non lo dire più…….
    comunque l’argomento da te rilanciato non è appropriato rispetto alla riflessione che facevo.
    Il tuo vermicello non ti lascia pace, vero?

  6. Leggendo il commento di zeromeno, (a cui invito a firmarsi con il proprio nome) mi è sorto un interrogativo…anche l’uso del profilattico nei rapporti prematrimoniali, anche se questi avvengono con la propria ragazza, sono da considerarsi “abomini” che ledono o distruggono la “dignità della vita”???

  7. Quanto zucchero, Roberto! Scherzo!
    Il ripetersi ogni anno della trepidazione è certamente segno dell’attaccamento alla Madonnina.
    Siamo tutti grandi (di età e di anzianità nel servizio e tra un pò prenderemo la pensione dall’UNITALSI!).
    Non è forse il caso di cominciare a dire che “il rifornimento” che ogni anno effettuiamo a Lourdes non dev’essere solo sentimentalismo?
    Ogni giorno l’esempio di S. Bernadette e il pensiero alla Madonna deve spingerci a perseverare nel bene!
    Siamo i primi testimoni per i nostri fratelli della sacralità della vita, comunque essa sia vissuta, nei tormenti fisici e spirituali.
    La diversità che ci arricchisce e che non ostacola (o non dovrebbe farlo) la fraternità.
    Pensiamo ad esempio a quanti cattolici approvino la definizione di dignità della vita che porta ad abomini come l’eutanasia.
    Sia il nostro pellegrinaggio un esempio di servizio, di dedizione e di riaffermazione dell’intangibilità di ognuno di noi.
    Quest’anno dovrebbero partecipare alcuni adolescenti provenienti da gruppi parrocchiali.
    Curiamo anche questi ragazzi in modo da far crescere nuove leve, affinchè s’innamorino della Madonna e del servizio agli altri, in cui possono incontrare Gesù…
    Ti propongo di creare uno squadrone che rallegri il pellegrinaggio!!!

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *