INVITO PER NATALE

nativita_con_i_santi_francesco_e_lorenzoLa data del mio compleanno è vicina.
Tutti gli anni vi è una grande celebrazione in mio onore e, presumo che anche quest’anno, tale celebrazione avrà luogo. Durante questo periodo, si fa shopping, si acquistano doni, ed il fervore aumenta man mano che il mio compleanno si avvicina. Mi fa proprio piacere sapere che almeno una volta all’anno molti pensano a me …. anche se oggi sembra che si ricordi meno la ragione di questa celebrazione. Le famiglie e gli amici si riuniscono per divertirsi, ma sembrano non conoscere a pieno il senso della festa.
Ricordo lo scorso Natale c’era un grande banchetto in mio onore, la tavola della sala da pranzo era ricolma di cibi deliziosi, di dolci , di frutta e di cioccolata . Le decorazioni erano superbe e c’erano tanti magnifici regali incartati in maniera veramente speciale.
Ma, particolare curioso, non ero stato invitato…
Ero, in teoria, l’ospite d’onore ma nessuno si era ricordato di me e non mi hanno spedito alcun invito. La festa era si, in mio onore, ma, quando il gran giorno è arrivato, mi hanno lasciato fuori…
Io , invece , avrei voluto essere tra di loro e condividere la loro tavola. In verità la cosa non era nuova, poichè da alcuni anni molte porte mi si chiudono davanti.
Siccome non ero stato invitato decisi, nonostante tutto, di partecipare alla festa in silenzio, senza farmi notare.
Mi misi in un angolo ad osservare.
Tutti bevevano, erano euforici, raccontavano anneddoti e ridevano su tutto. Si divertirono parecchio.
Per coronare il tutto arrivò un omone grande, con una folta barba bianca, vestito di un abito rosso che rideva a crepapelle: si sedette sul divano e tutti i bambini gli corsero intorno gridando ” Babbo Natale! Babbo Natale! ” come se la festa fosse stata data in suo onore!!
A mezzanotte tutti hanno cominciato ad abbracciarsi,
ho aperto ed allargato anche io le mie braccia ed ho atteso che qualcuno venisse ad abbracciarmi…
Nessuno è venuto da me ed il mio cuore si è stretto dal dispiacere. Si scambiavano doni, li aprivano uno ad uno, presi da grande eccitazione…
Quando tutto fu scartato, ho guardato ancora sperando che fosse rimasto un regalo anche per me…
Come vi sentireste voi se il giorno del vostro compleanno tutto il mondo si scambiasse dei regali e per voi non ci fosse nulla?
Infine ho preso atto che non ero desiderato in quella serata e mi sono eclissato silenziosamente!
Vorrei che per il Natale di quest’anno mi fosse permesso di entrare nella vostra vita e partecipare alla festa. Mi darebbe grande gioia sapere che vi ricordate che più di 2000 anni fa io sono venuto al mondo con l’unico scopo di dare la mia vita per tutti voi.
Siccome sono stati numerosi coloro che non mi hanno invitato l’ultimo Natale, ho pensato di organizzare io la mia festa e spero che questa volta sarete numerosi nel partecipare.
Questa lettera è il mio invito,vi sarei eternamente grato se voleste prestarmi il vostro cuore per il mio Natale.
Vi amo moltissimo!

Gesù

Un pensiero su “INVITO PER NATALE

  1. Il Natale rappresenta un momento dell’anno in cui ci si trova inevitabilmente a riflettere su tante cose,su ciò che si è fatto durante l’anno appena trascorso e magari si fanno dei progetti per quello che verrà.
    Per quanto mi riguarda la bellezza di questo periodo è proprio l’attesa del 25,non il giorno in sè.E’ bello preparare il presepe,preparare i dolci,addobbare casa come per una grande festa di famiglia e poi niente richiama di più il Natale della Novena in sede..quando comincia significa che Natale è davvero alle porte!
    E’un momento di riflessione,condivisione e anche di liberazione..quando si canta la Santa Allegrezza tutti danno il meglio di sè,fino ad arrivare senza fiato all’ultima strofa!Per me è stata una sorpresa la prima volta che vi ho partecipato..in verità la prima volta mi sono fatta un sacco di risate,una canzone strana,antica,ma capace di raccontare una grande storia d’Amore nella sua estrema semplicità!
    Ogni volta che nasce questo Bimbo è bello pensare e sognare che nel mondo tutto possa cambiare,le guerre cessare,le discordie cadere,le differenze venir meno.Purtroppo non è così perchè al mondo ci sono ancora tanti “moderni Erode” pronti ad uccidere tanti innocenti per preservare la propria egemonia..ecco il mio augurio è che ognuno continui a sperare e soprattutto a lavorare perchè nel proprio microcosmo qualcosa possa succedere..d’altra parte anche una goccia coopera a creare il mare.AUGURI!Rosa

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *