CONTRO CORRENTE

GIRO A TUTTI I PENSIERI DI UN PICCOLO “GRANDE UNITALSIANO” …giornata dell'adesione
Come mio primo vero intervento sul sito, vorrei parlare di una tematica che riguarda un po’ tutti i ragazzi della mia età: ”l’insoddisfazione di quello che si ha o possiede”.

In questo passaggio della mia vita, ho conosciuto in diverse circostanze molti miei coetanei e ho constatato che sono molto infelici e insoddisfatti. Apparentemente sono ragazzi appagati che conducono una vita normale, come tutti, -scuola, lavoro, gioco, comitiva, balli e feste- ma ci si accorge che manca qualcosa, forse perché ci si sofferma all’esteriorità del problema e si assopisce la voglia di conoscersi dentro e di come si è fatti . Pensare di possedere un cuore, sede di ogni sentimento, di emozioni, e poi sentirsi vuoti, inutili non avendo nulla per cui vantarsi e sentendosi spesso inferiori “alla massa”…

Viviamo momenti difficili, pensiamo che nessuno può capirci. Dobbiamo uniformarci alla massa per non sentirci esclusi spesso migliorandoci e rapportandoci agli altri privilegiando l’aspetto esteriore, senza curare la parte più importante di noi stessi; il nostro cuore, la nostra anima, la parte più bella del nostro essere.

Tornando all’esteriorità e al conformismo di massa; tutti noi viviamo momenti in cui pensiamo che il mondo giri intorno a noi, facendoci abbagliare dalle novità e dal materialismo. La nostra è un’età difficile, il materialismo, il consumismo dilagante ci disorientano e certamente non ci aiutano. La corsa verso il benessere ci appare inevitabile se vogliamo seguire e stare a passo con i tempi, ensando che il nostro modo di vivere sia l’unico per cui vale la pena viverlo.

Sono come voi, ho avuto e forse ho ancora quei momenti neri, ma da qualche tempo dedico parte del mio tempo a persone che la società emargina e trascura. Si diventa sempre più egoisti, ci chiudiamo dentro e non ci accorgiamo degli altri.

A volte mi chiedo se è davvero così importante lasciarsi trasportare da tutto ciò che ci viene proposto dalla società consumistica e dall’uomo, il cui unico fine è il facile guadagno ignorando e calpestando i suoi simili.

Mi sono sentito criticare da alcuni miei compagni quando hanno saputo che accompagnavo questi nuovi amici alla Santa Messa; ebbene oggi posso dire grazie a loro se ho riscoperto cose che avevo dimenticato, cose semplici che possono contribuire a scoprire quei valori veri e autentici che ognuno possiede. Perchè non andare contro corrente!!! Essere più fiduciosi verso noi stessi e mettere in pratica l’insegnamento di Gesù “Ama il prossimo tuo come te stesso” e ” non fare all’altro ciò che non vuoi sia fatto a te”…

Ora capisco il loro atteggiamento (certamente non condiviso), ho accettato quelle critiche, ne ho anche sofferto, non serbo nessun rancore verso nessuno, ma non condivido e non accetto l’atteggiamento da bulli e saputelli di quartiere.

.….mai giudicare le scelte degli altri specialmente se non si conoscono.

Non ho soluzioni o rimedi per risolvere i non pochi problemi di noi giovani, per quanto mi riguarda penso di aver imboccato la strada giusta, aperta a tutti, fatta di condivisione, solidarietà, tolleranza, attenzione verso gli altri specialmente i più deboli.

È una scelta libera e gratuita, non giudicatela. Vi invito a percorrerla insieme…

GRAZIE SAVI E AUGURI PER IL 2 DICEMBRE…(DIVENTA BARELLIERE)…
TI VOGLIO BENE …

13 pensieri su “CONTRO CORRENTE

  1. Certo che si…io ho fatto parecchie foto, se vai sul mio blog le puoi vedere tutte. Cmq questa sera te le porto così le pubblichiamo sul nostro sito. Cià.

  2. Perchè, qualcuno ha fatto le foto a Medjugorie? Se è così, fatemelo sapere che le pubblichiamo subito subito!

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *