IMG-20140413-WA0005

Estrazione del biglietto vincente della lotteria “Cioccolato…e non solo!”

DOMENICA 13 APRILE alle ore 18:00 presso la SEDE UNITALSI Sottosezione di Barletta (via Mura del Carmine s.n.) avrà luogo l’estrazione del biglietto vincente della lotteria “Cioccolato…e non solo”. Premio in palio, in prima estrazione, un uovo di cioccolato di 20 kg. In una successiva estrazione su scala regionale verrà poi sorteggiato il biglietto con cui il fortunato possessore potrà vincere un pellegrinaggio a Lourdes. Verrà data comunicazione del numero del biglietto estratto sul presente sito e su Facebook all’interno del gruppo Unitalsi Barletta. Il possessore verrà avvisato telefonicamente qualora abbia fornito un recapito.

ATTENZIONE!!! Non gettate via i biglietti in vostro possesso dopo l’estrazione di domenica.

AGGIORNAMENTO !! IL BIGLIETTO ESTRATTO, VINCITORE DELL’UOVO È IL N.

0278/14

IMG-20140413-WA0005

Share
testataweb

30 marzo: 13ma Giornata Nazionale UNITALSI

In data 30 Marzo 2014 l’Unitalsi celebra la sua 13ma edizione della Giornata Nazionale, proponendo – in oltre 3000 piazze italiane – una “piantina d’ulivo”, simbolo di pace e fratellanza. Il ricavato delle offerte sarà utilizzato per sostenere i numerosi progetti di carità in cui l’associazione è impegnata quotidianamente sull’intero territorio nazionale, al servizio delle fasce più disagiate della popolazione, grazie al costante e generoso impegno dei propri volontari.

In questa occasione la sottosezione di Barletta ha intenzione di organizzare una manifestazione dalle ore 10:00 alle 23:00 c/o via Nazareth – Piazza Monte di Pietà e si svolgerà come di seguito descritto:

  • Gazebo Istituzionale dell’associazione (via Nazareth);
  • Gazebo delle varie attività svolte dalla sottosezione di Barletta, Casa Famiglia, Corso Bimbi, Gruppo Giovani, Casa Speranza, Protezione Civile, Servizio Civile (via Nazareth);
  • Area giochi per Bambini (via Nazareth);
  • Area Sport per bambini e diversamente abili (via Nazareth);
  • Concerto musicale del gruppo “ Peccato Originale” intervallata da testimonianze ( Piazza Monte di Pietà );

Nei vari gazebo, sono previste offerte di oggetti prodotti nella varie attività associative con contributo volontario:

  • Bomboniere Solidari realizzate dai ragazzi disabili ospiti della Casa Famiglia Mons. V. Frezza;
  •  Lavoretti realizzati dai bambini disabili e disagiati dell’ Unitalsi;
  • Piantina d’ulivo, simbolo nazionale dell’ associazione;
  •  Pubblicazioni istituzionali;

La giornata sarà suddivisa in due parti, la prima ludico-ricreativa per bambini e disabili e, si svolgerà nell’arco della mattinata; la seconda parte sarà istituzionale.

In serata, a conclusione della manifestazione alle ore 20:30 c/o Piazza Monte di Pietà, concerto del gruppo volontari dell’Unitalsi barlettano i “Peccato Originale”.

La giornata nazionale Unitalsi, verrà trasmessa e sponsorizzata su tutto il territorio nazionale tramite social network, reti Rai, Tv2000 e manifesti, con testimonial della manifestazione Fabrizio Frizzi.

Lo scopo di questa giornata solidale è quello di testimoniare l’operato di carità dell’associazione nelle diverse attività e sensibilizzare le persone sulle problematiche sociali del territorio, ed è occasione di raccolta fondi che servirà alla sottosezione di Barletta per coprire le spese organizzative e delle attività associative.

Un particolare ringraziamento va agli sponsor che hanno reso possibile la realizzazione di questa giornata.

Share
1558481_10200755958415888_679233329_n

Intervista a Floriana Dicataldo da Barlettalife

Floriana Dicataldo, 25 anni, poetessa e una tetra paresi-spastica con la quale convive nella Casa Famiglia dell’Unitalsi e della Fondazione “Lamacchia” di Barletta: è stata lei la vincitrice del viaggio a Lourdes, meta nazionale e non diocesana, fatto a settembre scorso. Abbiamo deciso di ascoltare il suo racconto, immortalare la sua narrazione e offrire l’immagine della sua esperienza, non solo liturgica ma anche di aggregazione ed emozione. Per chi crede e per chi dubita, non esiste un’ esperienza meritevole di sordità.

Floriana raccontaci…
«L’anno scorso ho avuto l’opportunità di andare due volte a Lourdes. Il pellegrinaggio nazionale di settembre, però, mi ha segnato la vita. In occasione dei 150 anni dell’Unitalsi, hanno voluto darmi la possibilità di presentare il mio libro davanti a 500mila persona, precisamente nella chiesa di San Pio X. Lì c’è stata una grande serata con ospiti illustri, come Fabrizio Frizi e Ludovico Fremont. Hanno letto alcuni passi del mio libro “Girami vita”, che racconta la mia entrata in casa famiglia e dell’altro “Perdono te”, che racconta il mio rapporto con la fede, la mia consapevolezza e accettazione per e della carrozzina. Lì ho conosciuto veramente tante persone che hanno ammirato le mie opere; insieme a loro ho potuto avere tante gratificazioni. In particolare, Fabrizio Frizzi ha apprezzato la mia poesia, ritenendola semplice e diretta, capace di far dialogare ogni persona con il proprio sé. Ho avuto modo di andare in onda su TV2000 e diffondere la mia esperienza di vita. Durante un’intervista, mi è capitata una cosa bellissima: una persona, malata di tumore, si avvicina alle mie ginocchia e mi chiede fino a quando avrebbe vissuto e dove trovare lo stimolo per credere. Io le rispondo che d’allora in poi, avendo visitato Lourdes, la Madonna le avrebbe cucito addosso un abito con il quale l’avrebbe protetta e tenuta sotto la sua custodia. Io mi chiesi “Perché questa donna si è avvicinata proprio a me? La risposta non me la sono ancora data, ma mi è bastato il sorriso della donna per capire che le avevo detto ciò che aveva bisogno di sentire».

Come vi siete organizzati una volta lì?
«Devo innanzitutto ringraziare il gruppo dei volontari che ci ha accompagnato. I loro sacrifici sono stati indispensabili in ambito logistico. Erano tutti molto premurosi: io e Angelo Nardelli eravamo i soli di Barletta e siamo stati affidati all’associazione di Bitonto; ci siamo stati di grande aiuto l’uno per l’altra, anche se i volontari di Bitonto ci hanno accolto come due di loro. Poi, in occasione della presentazione del libro ci sono stati truccatori e parrucchieri pronti a sistemarmi e la cura che ho ricevuto da loro è stata talmente tanta da imbarazzarmi».

Com’è stato affrontare tutta quella gente sul palco?
«Mi mancava il respiro. Non son riuscita a respirare davvero per minuti. Alla fine ho pensato all’attenzione rivoltami dalle persone il giorno prima e mi son buttata. E’ stato bellissimo essere al fianco di Fabrizio Frizzi e sentire la stima di tutto il pubblico che ti guardava, ammirandoti. Credo non mi ricapiterà mai più un’emozione così forte nella mia vita».

Cosa hai imparato da questa esperienza?
«Di viaggi a Lourdes ne ho fatti cinque, ma questo-essendo nazionale-è stato speciale perché ho imparato che la differenza tra regioni, nelle persone si annulla. All’indomanidel la serata celebrativa del mio libro, mentre camminavo mi fermò una persona della Toscana chiedendomi se fossi io la ragazza del giorno prima. Io confermo, e lei mi guarda con grande stupore. Era meravigliata dal fatto che io fossi del Sud, mi dice che il pregiudizio nordico sui meridionali è sbagliato e che io, con la mia preparazione e con il mio linguaggio, gliel’ho dimostrato. Questo pregiudizio sulla nostra ignoranza si può smentire e va smentito».

Ti senti privilegiata per la tua sensibilità e intelligenza, nonostante la tua condizione fisica?
«Sì, io mi sento molto appagata e ricca dentro. Io mi sento una volontaria della casa famiglia, non solo una malata. Io voglio essere e sono parte attiva; mi capita di aiutare i ragazzi che sono qui con me, quelli con difficoltà intellettive e che possono contare su di me come loro riferimento di conoscenza. Infatti, questa è stata la prima volta a Lourdes in cui ho indossato la maglia blu dell’Unitalsi. Mi sono sentita parte integrante del progetto grazie a quella divisa. E’ stata una partenza con il piede giusto, un viaggio in cui mi sono sentita guida guidata dalla luce divina. Sono stata molto contenta di questo, l’ho detto alla mia mamma e quella divisa mi ha dato la spinta in più e la forza per essere molto partecipativa, pur essendo l’ospite d’onore».

Cosa ti senti di dire a chi non crede?
«Che Lourdes è un viaggio che bisogna fare, perché ti cambia la vita dal giorno alla notte. Non solo dona tanto alla tua interiorità, al tuo spirito, ma ti mette in comunione con persone che tu non avresti mai conosciuto; delle quali non avresti mai potuto scoprire l’anima, se non in una situazione paradisiaca come quella di Lourdes. Ho fatto e sto continuando a coltivare grandi amicizie, molte delle quali hanno me come punto di riferimento. Avrei voluto che il viaggio non finisse mai; per fortuna però, vengono a trovarmi da tante parti della Puglia, specie da Gravina, e quel calore e quella pace interiore avvertiti a Lourdes ricompaiono anche solo per mezz’ora qui a Barletta».

Share
IMG_5313

Festa di Nostra Signora di Lourdes

440px-VirgendeLourdes

« Io scorsi una signora vestita di bianco. Indossava un abito bianco, un velo bianco, una cintura blu ed una rosa gialla sui piedi »  S.Bernadette Soubirous

 Oggi 11 febbraio, celebriamo con gioia la memoria della prima apparizione della Vergine a S.Bernadette alla grotta di Massabielle, origine e meta della nostra vocazione alla carità.

Dopo aver recato, nella mattinata,  l’effige di Nostra Signora di Lourdes presso il nosocomio cittadino,  in visita agli ammalati, l’intera associazione si dà appuntamento alle ore 18 : 15 presso la Basilica del Santo Sepolcro in Barletta, per la recita del S. Rosario e la Celebrazione Eucaristica presieduta da S.E l’Arcivescovo cui seguirà la Processione Eucaristica che si snoderà per le vie della Città.

Share
Fiaccola-Olimpica-Torino-2006-a-Treviso

L’Unitalsi gareggia per la solidarietà

l43-olimpiadi-121212105502_mediumIn occasione delle festività natalizie, Domenica 22 dicembre, IV domenica di Avvento, si svolgerà a Barletta un’iniziativa sportiva di solidarietà organizzata dalla sottosezione UNITALSI Barletta in collaborazione con il Settore Diocesano Oratori e il Comitato Zonale ANSPI, insieme a numerose associazioni sportive della città.

L’iniziativa prevede il passaggio per le strade della città della Fiaccola Olimpica della Solidarietà, benedetta dal Santo Padre, Papa Francesco, lo scorso 9 novembre,  in occasione dell’incontro nazionale con i soci dell’Unitalsi presso l’Aula Paolo VI. All’iniziativa hanno aderito circa 500 atleti,  tra cui esponenti nazionali come Domenico Ricatti e Veronica Inglese, che partiranno con la fiaccola accesa dal Santuario della Madonna dello Sterpeto e, dopo aver percorso, ad andatura lenta, passando dalle parrocchie, concluderanno il cammino in Cattedrale per la benedizione degli atleti, per poi spostarsi nei pressi di Eraclio per un momento di condivisione e di festa.

Ad ogni tappa,  identificata con le parrocchie e chiese della città,  si troveranno dei corridori e atleti delle varie associazioni e discipline sportive che si daranno il cambio in questa staffetta segno del passaggio di testimone della fraterna carita che tutti unisce dove non ci saranno vincitori, perche insieme si giungera primi al traguardo della solidarietà.

Le comunuta parrocchiali sono invitate ad accogliere il passaggio della fiaccola, insieme agli atleti indicati a rappresentare la parrocchia, con la presenza di ragazzi, giovani e famiglie, che dopo potranno recarsi in cattedrale e sul Corso per la panettonata finale.

Di seguito si riporta il programma della manifestaziine con gli orari indicativi del passaggio della FIACCOLA OLIMPICA in ogni parrocchia.

 

RADUNO - Santuario             h. 16,00                                                     

PARTENZA                               h. 16,15                                                              

Buon Pastore                           h. 16,30                                                        

Crocifisso                                 h. 16,40                                                              

Trinità                                      h. 16,50                                                              

Santa Maria degli Angeli  h. 17,00                                                                

Cuore Immacolato               h. 17,10                                                                    

San Giovanni                         h. 17,20                                                                          

San Paolo                                h. 17,30                                                                  

Sacra Famiglia                     h. 17,40                                                                        

Immacolata                           h. 17,50                                                                          

Spirito Santo                         h. 18,00                                                                        

San Nicola                              h. 18,10                                                                          

San Benedetto                       h. 18,20                                                                          

San Filippo                             h. 18,25                                                                          

Sant’Agostino                       h. 18,30                                                                          

San Giacomo                         h. 18,40                                                                          

Sede Unitalsi                         h. 18,50                                                                          

Santa Lucia                           h. 19,00                                                                          

ARRIVO – Cattedrale          h. 19.10

Share